CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Predire il diabete con un punteggio? Sembrerebbe possibile!

Fonte: Diabetes Care 2012; doi: 10.2337/dc12-0011.

Questo studio ha valutato l’utilità del punteggio DPTRS (Diabetes Prevention Trial-Type 1 Risk Score) per individuare i soggetti a rischio di sviluppare diabete mellito di tipo 1 (T1DM) entro due anni. ll DPTRS è stato sviluppato dai dati del Diabetes Prevention Trial-Type 1 (DPT-1) e successivamente validato nel Trial Net Natural History Study (TNNHS). I fattori considerati nel DPTRS includevano il valore di C-peptide e di glicemia così come la curva da carico di glucosio, l’età e il BMI. L’incidenza cumulativa di T1DM è stata determinata dal superare il valore soglia del DPTRS e dal verificarsi della prima anomalia glicemica. Il rischio a due anni dopo che la soglia di 9.00 al DPTRS veniva superata è stato di 0.88 e 0.77 nel DPT-1 (n = 90) e nel TNNHS (n = 69), rispettivamente. Nel DPT-1, il rischio a due anni è risultato molto più basso quando si era verificata una disglicemia (0.37; n = 306) e dopo un valore a due ore da una curva da carico compreso tra 190 e 199 mg/dL (0.64; n = 59). Tra coloro che sviluppavano T1DM nel DPT-1, la soglia di 9.00 è stata superata 0.81±0.53 anni prima della diagnosi conclamata. I valori di C-peptide sono risultati significativamente più alti (P=0.001 per 30 minuti; P<0.001 per gli altri punti) quando la soglia di 9.00 è stata superata rispetto ai livelli alla diagnosi. Quindi una soglia di 9.00 con il punteggio DPTRS, identifica i soggetti ad alto rischio di avere una diagnosi di diabete di tipo 1 entro due anni.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA