CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L'esercizio fisico previene la sindrome metabolica

Fonte: EuroPRevent Congress 2012.

L’esercizio dinamico aerobico ha effetti benefici su molti fattori di rischio che comprendono anche la sindrome metabolica, ma non migliorano i livelli di trigliceridi o glicemici. Nele Pattyn, all’EuroPRevent 2012, ha presentato I dati di uno studio condotto insieme ai suoi colleghi in cui sono stati arruolati 128 pazienti nel gruppo di intervento e sottoposti ad esercizio fisico e 78 pazienti come controlli. L’obiettivo primario è stato valutare i cambiamenti nella circonferenza vita, nei valori pressori, di HDL-C, trigliceridi e glicemia. L’obiettivo secondario è stato valutare il consumo di ossigeno al massimo dello sforzo (VO2 peak). Nel gruppo trattato con l’esercizio fisico, la circonferenza addominale si è ridotta di 3.4 cm (95% CI, da -4.9 a -1.8, P<0.0001), la pressione sistolica di 7.1 mmHg (95% CI da -9.03 a -5.2, P<0.0001), la pressione diastolica di 5.2 mmHg (95% CI da -6.2 a -4.1, P<0.0001), l’HDL è aumentato di 0.06 mmol/L (95% CI da +0.03 a +0.09, P<0.0001). Non si sono modificati significativamente i valori di trigliceridi o livelli glicemici. Questi dati preliminari suggeriscono un ruolo dell’esercizio aerobico sulla sindrome metabolica.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA