CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Frequenza cardiaca e ipoglicemia: sono correlate!

Fonte: Diabetes Care 2012; doi: 10.2337/dc11-2120.

Questi autori hanno arruolato 37 pazienti con diabete di tipo 1 e li hanno sottoposti a monitoraggio glicemico in continuo registrando l’elettrocardiogramma per 3 notti. La variabilità della frequenza cardiaca (HR) è stata analizzata durante il periodo di ipoglicemia (glicemia <3.5 mmol/L) (lunghezza minima 20 min) e durante un periodo di controllo di uguale durata non ipoglicemico (glicemia >3.9 mmol/L). L’HR (62 ± 7 vs. 63 ± 9 battiti per minuto; P=0.30) non è variata durante l’ipoglicemia. L’ipoglicemia è risultata, però, in un significativo decremento della componente a bassa frequenza della variabilità dell’HR (2,134 ± 1,635 vs. 1,169 ± 1,029 ms2, rispettivamente; P=0.006). La riduzione della glicemia ha dimostrato una correlazione significativamente positiva con la riduzione della componente a bassa frequenza della variabilità dell'HR (r = 0.48; P=0.04). Quindi l’ipoglicemia notturna in pazienti con diabete di tipo 1 risulta in una riduzione della componente a bassa frequenza della variabilità della frequenza cardiaca, ciò si spiega con l’eccessiva attivazione simpatica non adeguatamente compensata da una risposta compensatoria del sistema vagale.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA