CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Una carta del rischio cardiovascolare per i pazienti con artrite reumatoide. E’ indispensabile?

Fonte: Am J Cardiol. 2012 Apr 20.

Studi epidemiologici hanno dimostrato che i soggetti con artrite reumatoide hanno una maggiore probabilità rispetto alla popolazione generale di sviluppare eventi cardiovascolari. Tale evidenza ha suggerito agli Autori di questa analisi di verificare se la tradizionale stratificazione del rischio con l’equazione di Framingham ha la capacità di stratificare appropriatamente i soggetti affetti da artrite reumatoide. Un totale di 525 pazienti con artrite reumatoide con età > 30 anni e senza precedenti eventi cardiovascolari sono stati osservati per un periodi medio di 8,4 anni. Durante il follow-up si sono osservati 84 nuovi eventi cardiovascolari ed il rischio cardiovascolare osservato è risultato 2 volte superiore a quello predetto tramite l’equazione di Framingham (risultati analoghi si sono osservati utilizzando il Reynolds Risk Score). Ancora meno performante è risultata la stratificazione del rischio in soggetti anziani con età superiore a 75 anni. Gli Autori, sulla scorta di tali osservazioni, suggeriscono la necessità di sviluppare appropriate carte del rischio cardiovascolare per i soggetti con artrite reumatoide.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA