CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La rapidità di crescita nell'infanzia come fattore di rischio cardiovascolare

Fonte: Journal of Hypertension - June 2012 - Volume 30 - Issue 6 - p 1114–1121.

La rapidità di crescita durante l'infanzia è correlata positivamente con la pressione arteriosa in bambini in età scolare. La rapida crescita nella prima infanzia può essere un fattore di rischio per obesità, pressione arteriosa elevata e per alterazione dei marcatori metabolici in età pediatrica, ma i risultati non sono coerenti. È stata analizzata l'associazione tra picco di velocità di crescita durante i primi 2 anni di vita e pressione arteriosa, glicemia a digiuno e insulinemia a 10 anni di età. È stato utilizzato uno registro delle nascite in Germania (LISAplus), che ha fornito dati sulla crescita per uno studio prospettico di coorte: Tutti i bambini avevano un peso alla nascita inferiore a 2500 g. La crescita è stata adeguata utilizzando il modelli ad effetti misti non lineari secondo Reed1. Le associazioni tra le velocità di picco di crescita ed i risultati metabolici sono stati calcolati con modelli di regressione lineare. Potenziali fattori di confondimento sono stati regolati in modo sequenziale. È risultato che una maggiore altezza del picco (PHV) del peso e la velocità di picco stesso (PWV) durante l'infanzia sono associati con un aumento significativo della pressione arteriosa sistolica (SBP) e la pressione sanguigna diastolica (DBP) nei bambini a 10 anni. Per ogni 10.2 cm/anno [2 deviazioni standard (SD)] di aumento PHV, la SBP è aumentata di 2,94 mmHg [intervallo di confidenza 95% (CI) 1,34 - 4,54] dopo aggiustamento per i potenziali fattori confondenti come peso alla nascita e indice di massa corporea. A 5.1 kg/anno (2 SD) la PWV superiore era associata con 2,13 mmHg (95% CI 0,51, 3,74) di aumento della pressione arteriosa sistolica e 1,91 mmHg (95% CI 0.52, 3.30) aumento della DBP. Non sono state trovate associazioni consistenti tra PHV o PWV e la valutazione dell’indice modello omeostatico di insulino-resistenza (HOMA-IR) dopo le regolazioni multiple.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA