CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Rivascolarizzazione coronarica chirurgia: ACE-inibitori sempre!!

Fonte: Circulation 2012; June 19 Epub ahead of print.

Uno studio osservazionale prospettico su 4.224 pazienti sottoposti a rivascolarizazione coronarica chirurgica sembra dimostrare che l’utilizzo di ACE-inibitori subito dopo l’intervento migliori l’outcome intra-ospedaliero. In particolare, sono stati analizzati 1.838 pazienti che ricevevano ACE-inibitori prima dell’intervento e 2.386 che non sono stati “esposti” né prima né dopo l’intervento a tale terapia. Il trattamento con ACE-inibitori (sia esso continuato perché già in atto a domicilio o iniziato subito dopo l’intervento) si è associato ad una significativa riduzione del rischio di eventi cardiovascolari (riduzione del rischio pari al 36%, p=0,006). Anche l’inizio della terapia con ACE-inibitori subito dopo l’intervento in chi non era in trattamento con questa classe farmacologica ha poi dimostrato una netta riduzione degli eventi del 37%. Per ultimo, mai interrompere la terapia con ACE-inibitori: questo si associa ad un aumento del rischio del 50% di eventi intra-ospedalieri.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA