CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Graft in arteria radiale vs graft in vena a 5 anni... Vince l'arteria!!

Fonte: J Am Coll Cardiol 2012; 60:28-35.

Cosa è meglio? Il graft in arteria radiale o quello in vena (molto più diffuso)? Nello studio RAPS (Randomized Multicenter Radial Artery Patency Study) la completa occlusione del graft è stata meno frequente in arteria radiale rispetto alla vena safena (SVG) dopo 1 anno post-operatorio, mentre l'occlusione funzionale (flusso TIMI 0, 1, 2) è risultato simile. Ecco i dati a 5 anni. Sono stati arruolati un totale di 510 pazienti di età <80 anni e sottoposti a bypass aorto coronarico (con i graft sono stati prevalentemente rivascolarizzati la coronaria dx e la circonflessa). L'end point primario era l'occlusione funzionale del graft mediante angiografia invasiva almeno 5 anni dopo l'intervento. La frequenza di occlusione funzionale del graft è risultata più bassa nelle arterie radiali rispetto a SVG (12.0% versus 19,7%, p=0.03). La frequenza di occlusione completa del graft è risultata significativamente più bassa con la radiale rispetto a SVG (8,9% vs 18,6%, p=0,002). In conclusione... cari chirurghi, quando possibile, rivascolarizzate con arterie....

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA