CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Correlazione tra severità angiografica delle lesioni coronariche e successivo sviluppo di infarto miocardico

Fonte: The American Journal of Cardiology, volume 110, issue 2, 15 July 2012, pages 167-172.

Dai risultati di questo studio emerge che la presenza, in un precedente riscontro, di una stenosi coronarica di alto grado può essere un’importante fattore predittivo di infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST (STEMI) nei mesi successivi. Il Dott. Zaman ed i suoi colleghi hanno condotto questo studio con lo scopo di determinare la gravità angiografica delle lesioni coronariche che portano all’ insorgenza di STEMI o NSTEMI, con un focus sulla valutazione dell'impatto dell’ intervallo di tempo intercorso tra l’angiografia iniziale ed il successivo verificarsi di un’ evento clinico. Dal 2003 fino al 2010 sono stati identificati ed arruolati 84 pazienti con NSTEMI e 41 pazienti con STEMI  a carico di vasi che non avevano subito un precedente intervento. Questi pazienti erano stati tutti sottoposti ad almeno un precedente studio coronarografico. Analizzando in maniera quantitativa i dati delle precedenti coronarografie ed associandoli con i dati clinici, è emerso che il 71% dei pazienti con STEMI ed il 63% dei pazienti con NSTEMI che presentavano una stenosi della lesione culprit < 50% al basale avevano successivamente sviluppato un’ infarto miocardico (MI) ad un’ intervallo pari a  3 mesi dalla coronarografia iniziale. È interessante notare, inoltre, che le lesioni che hanno portato ad uno STEMI in un’ intervallo  ≤ 3 mesi erano, dopo la valutazione, più severe di quelle che avevano provocato uno STEMI in un lasso di tempo > 3 mesi (59 ± 31% vs 36 ± 21%, p = 0,02) ed, in aggiunta, il 57% delle lesioni culprit presentavano una stenosi > 50%. In conclusione, la presenza di una stenosi coronarica di alto grado può essere un importante fattore predittivo di insorgenza di STEMI nei mesi successivi.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA