CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Le sindromi coronariche acute in Italia: risultati dello studio IN-ACS Outcome study

Fonte: Acute Cardiac Care; doi:10.3109/17482941.2012.655296.

Uno spaccato della realtà epidemiologica italiana: il registro ha analizzato 6.045 pazienti ospedalizzati per sindrome coronarica acuta (registro policentrico coinvolgente 38 ospedali) tra il 2005 ed il 2007. L’età media è risultata pari a 68 ani. Il 38,3% si è presentato con un infarto miocardico acuto con sopraslivellamento del tratto ST (STEMI) di cui il 46,9% è stato trattato con PCI primaria ed il 25,5% è stato trattato con fibrinolisi. Ancora alta (27,6%) è risultata la quota degli STEMI non riperfusi. Tra i pazienti con infarto miocardico acuto senza sopraslivellamento del tratto ST (NSTEMI), il 75% è stato sottoposto ad esame coronarografico. La mortalità a 30 giorni è risultata pari al 5,8% e 3,1% per i pazienti con STEMI e NSTEMI rispettivamente.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA