CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Impatto della sindrome metabolica sulla progressione della stenosi aortica

Fonte: J Am Coll Cardiol. 2012;60(3):216-223.

Gli obiettivi di questo studio sono stati di esaminare in modo prospettico la relazione tra sindrome metabolica (MetS) e stenosi aortica (AS), valutando la sua progressione e, inoltre, eventuali effetti dell'età e della concomitante terapia con statine Lo studio ha incluso 243 pazienti. Il follow-up è stato di 3,4 ± 1,3 anni. I pazienti con sindrome metabolica (27%) hanno avuto progressione della stenosi più veloce (0,25 ± 0,21 m/s/anno vs 0,19 ± 0,19 m/s/anno, p=0,03). I predittori di più rapida progressione sono risultati essere l'età avanzata (p=0,01), un più alto grado di calcificazione della valvola (p=0,01) e la sindrome metabolica (p=0,005). L'impatto di quest'ultima è stato più significativo nei pazienti giovani (<57 anni) e tra quelli sottoposti a terapia con statine (p=0,045). In conclusione, la sindrome metabolica è risultata essere un predittore indipendente di potente e veloce progressione della valvulopatia aortica degenerativa, con un impatto più pronunciato nei pazienti più giovani.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA