CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Dippers vs. non-Dippers: modificazioni pressorie dal giorno alla notte e deposizione di calcio coronarico

Fonte: Hypertension 2012; 59: 1157-1163.

Generalmente, un paziente viene definito come "Dipper" se la sua pressione arteriosa si riduce di almeno il 10% passando dal giorno alla notte. Viceversa, un inadeguato calo pressorio notturno definisce il paziente con tale profilo come "non-Dipper". Sebbene la riduzione della pressione arteriosa dal giorno alla notte sia ormai un fattore di rischio ben riconosciuto per lo sviluppo di eventi cardiovascolari, gli Autori di questo studio hanno cercato di fornire ulteriori elementi che possano spiegare l’associazione tra questo fenomeno e rischio cardiovascolare. L’analisi condotta su 239 soggetti ha dimostrato che bassi valori di calo pressorio dal giorno alla notte (in altre parole i soggetti non-dipper) hanno una più alta probabilità di sviluppare la deposizione di calcio a livello coronarico. Interessante è anche l’evidenza che anche i pazienti con eccessiva riduzione della pressione arteriosa dal giorno alla notte (definiti di solito come Dipper estremi) hanno un altrettanto alta probabilità di sviluppare lesioni calcifiche coronariche.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA