CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Etnie diverse e risposta alla vitamina D nell'ipertensione...

Fonte: Journal of Hypertension: August 2012 - Volume 30 - Issue 8 - p 1581–1587.

E' stato studiato il ruolo della vitamina D nello spiegare le differenze della pressione arteriosa tra i tre gruppi etnici nei Paesi Bassi (Olandesi, africani del Suriname, asiatici del sud del Suriname). I dati sono stati ricavati dal registro Surinamese in the Netherlands: study on ethnicity and health. Lo studio sull'origine etnica e la salute era uno studio osservazionale di popolazione. Sono stati inclusi 1.420 partecipanti (505 di etnia olandese, 330 asiatici  del Suriname meridionale e 585 africani del Suriname), di età compresa tra 35 e 60 anni, nei quali sono stati misurati livelli sierici di vitamina D (25-idrossivitamina D) e SBP e DBP. I dati sono stati analizzati utilizzando analisi di regressione lineare (SBP, DBP) e logistiche (ipertensione), utilizzando l'etnicità come variabile indipendente e di regolazione per i potenziali confondenti. Gli asiatici del sud del Suriname avevano una pressione sistolica 5,6 mmHg più elevata e una DBP di 4,9 mmHg più elevata rispetto alla etnia olandese, dopo aggiustamento per età, sesso, stagione, attività fisica, fumo, educazione e BMI. Ulteriori aggiustamenti per l'assunzione di vitamina D sono stati correlati con 14 e 6% di queste differenze di SBP e DBP, rispettivamente. Gli africani del Suriname avevano una pressione sistolica di 8,9 mmHg più elevata e una DBP di 6,8 mmHg più elevata rispetto all'etnia olandese. La variazione dei parametri dopo vitamina D è stata correlata a 7 e 4% di queste differenze per SBP e DBP. Gli asiatici del Suriname meridionale e gli africani presentavano una probabilità 2,2 (1,5-3,2) e 3,3 (2,4-4,6) volte maggiore di avere ipertensione rispetto all'etnia olandese. La vitamina D è stata correlata a 25 e 17% delle variazioni in SBP e DBP, rispettivamente, con conseguente OR di 1,9 (1,3-2,9) e 2,9 (2,0-4,3), rispettivamente. Quindi, la pressione arteriosa ed il rischio correlato più elevati negli asiatici e africani del Suriname sono parzialmente spiegati dai loro livelli bassi di vitamina D. Tuttavia, anche dopo gli aggiustamenti del caso, le differenze tra pressione arteriosa e rischio cardiovascolare correlato tra le diverse popolazioni persisteva.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA