CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Vaccinazione antinfluenzale in soggetti a rischio cardiovascolare: si riduce il rischio di eventi vascolari maggiori?

Fonte: Circulation 2012; 126: 278-286.

L'obiettivo dello studio era determinare l'associazione tra vaccinazione antinfluenzale ed eventi avversi cardiovascolari. Sono stati arruolati 31.546 partecipanti in 40 paesi. I criteri di inclusione comprendevano: età ≥ 55 anni e malattia vascolare nota. L'outcome primario era un composito di morte derivante da cause cardiovascolari, infarto miocardico, o ictus durante 4 stagioni influenzali (2003-2007). La vaccinazione antinfluenzale è stata associata con un più basso rischio per 3 stagioni influenzali (definite utilizzando i rapporti FluNet dell'Organizzazione Mondiale della Sanità): dal 2004 al 2005 (odds ratio [OR], 0,62, intervallo di confidenza al 95% [CI] 0,50-0,77), dal 2005 al 2006 (OR aggiustato 0,69; 95% CI, 0,53-0,91), e dal 2006 al 2007 (OR aggiustato 0,52; 95% CI, 0,42-0,65). Dal 2003 al 2004 c'era una corrispondenza incompleta tra l'influenza e l'antigene vaccino e non c'era alcuna associazione tra la vaccinazione influenzale ed il risultato (OR aggiustato 0,96; 95% CI, 0,73-1,27). Tuttavia, i test di potenziali errori nelle analisi hanno rivelato associazioni tra vaccinazione antinfluenzale ed i risultati ottenuti tranne per gli anni 2003 al 2004. Gli ORs complessivi della stagione influenzale (OR 0,65, 95% CI, 0,58-0,74]) e della stagione non influenzale (OR, 0.66; 95% CI, 0,57-0,76) erano quasi identici. La riduzione del rischio di morte non cardiovascolare associata al vaccino contro l'influenza variava dal 73% al 79%. In conclusione, nonostante le analisi iniziali abbiano suggerito che la vaccinazione antinfluenzale è associata con un rischio ridotto di eventi avversi vascolari durante la stagione influenzale, quando il vaccino coincide con il virus circolante, ulteriori analisi di sensitività hanno rilevato che potrebbero esserci dei bias di fondo. Sono quindi necessari dei trial randomizzati per dire con certezza che la vaccinazione antinfluenzale, in individui ad alto rischio cardiovascolare, sia effettivamente correlata con un più basso rischio di eventi vascolari.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA