CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

ICD nell'angina vasospastica...

Fonte: J Am Coll Cardiol 2012;Jul 25:[Epub ahead of print].

Piccolo studio.. Su un giornale grande... Dal quesito intrigante... Un defibrillatore impiantabile (ICD) può essere appropriato per i pazienti con angina vasospastica (VSA) che sopravvivono ad un arresto cardiaco? Trattasi di una revisione retrospettiva di 23 pazienti (età media 58 anni) rianimati con successo da un arresto cardiaco e positivi per vasospasmo al test provocativo con acetilcolina e successivo impianto di ICD. Gli end point dello studio sono stati eventuali scariche appropriate dell' ICD dovute ad aritmie ventricolari maggiori o attività elettrica senza polso (PEA) o asistolia. Tutti i pazienti sono stati trattati con diltiazem e il 60% sono stati trattati con nitrati. Durante un follow-up medio di 2,9 anni, non ci sono stati morti, ma in quattro pazienti si sono verificate scariche appropriate da parte dell'ICD per fibrillazione ventricolare (VF) ed un paziente ha avuto un arresto cardiaco dovuto a PEA. Nessuno dei quattro pazienti ha lamentato dolore toracico prima dello shock dell'ICD. I pazienti con VSA sopravvissuti a un arresto cardiaco rimangono ad alto rischio di VF, nonostante la terapia medica, e sono candidati appropriati per un ICD.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA