CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La coronaropatia varia ampiamente nei pazienti con vasculopatia periferica e sembra differire in base alla sede della vasculopatia

Fonte: American Journal of Cardiology Volume 110, Issue 5 , Pages 736-740.

La prevalenza di malattia coronarica (CAD) nei pazienti con malattia arteriosa periferica (PAD) è molto variabile nei report pubblicati. Ciò è probabilmente dovuto a differenze significative nel modo in cui sono stata definite e diagnosticate la PAD e la CAD. In questo studio, i ricercatori coordinati da David J Hur, dell’Università della Virginia (USA) hanno valutato 78 pazienti con PAD sottoposti a coronarografia preoperatoria prima di un intervento elettivo di rivascolarizzazione periferica ed hanno inoltre rivisto una serie di dati pubblicati. Tra i pazienti inclusi, il numero con concomitante CAD varia dal 55% in quelli con stenosi delle estremità inferiori ad un massimo dell’80% in quelli con malattia carotidea. Il numero delle arterie coronarie “malate” (considerando come malattia coronarica quando è stata riscontrata una stenosi ≥ 50%) è stato di 1 nel 28%, 2 nel 24%, e il 3 nel 19%, il 28% non ha avuto alcun evidenza angiografica di CAD. La revisione dei dati pubblicati ha portato all'identificazione di 19 casi su un totale di 3.969 pazienti sottoposti a coronarografia preoperatoria prima della chirurgia elettiva per PAD; inoltre, nei 2.687 a cui è stati diagnosticata una PAD, il 55% avevano ≥ 1 arteria epicardica con una stenosi maggiore del 70%. La più alta prevalenza di concomitante CAD è stato nei pazienti con grave malattia carotidea (64%).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA