CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Bassi livelli di vitamina D in gravidanza predispongono il nascituro a diabete di tipo 1

Fonte: Diabetes 2012; 61(1): 175-178.

Lo scopo di questo studio è stato valutare se basse concentrazioni materne di 25-idrossi-vitamina D (25-OH D) durante la gravidanza siano associate con un aumentato rischio di insorgenza di diabete mellito di tipo 1 nell’infanzia. In questo studio caso-controllo condotto su una coorte di 29.072 donne norvegesi, i livelli di 25-OH D sono stati misurati usando un metodo radio-immunologico impiegandu il sangue di 109 donne che hanno partorito un figlio con diabete di tipo 1 insorto prima dei 15 anni di età (casi) e di 219 controlli. Dividendo i livelli di 25-OH D in quartili, c’è stata una tendenza ad avere un maggiore rischio di diabete di tipo 1 nelle madri con più bassi livelli di vitamina D durante la gravidanza. L’odds di diabete di tipo 1 è risultato più alto di due volte nelle donne con livelli di 25-OH D più bassi rispetto a quelle con livelli sopra il quartile più alto. Queste osservazioni supportano la necessità di studi mirati a valutare se la supplementazione di vitamina D in gravidanza prevenga il rischio di diabete di tipo 1 nei bambini.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA