CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Gli ACE-I migliorano la disfunzione endoteliale nella sindrome metabolica

Fonte: Journal of Hypertension: August 2012 - Volume 30 - Issue 8 - p 1646–1655.

Non era noto se i bloccanti del recettore tipo 1 dell'angiotensina II (ARB) migliorino la compromissione della funzione endoteliale ed il baroriflesso, aumentino i livelli di adiponectina ad alto peso molecolare (HMW) nei pazienti con sindrome metabolica. Gli ARB sono efficaci per il trattamento dell'ipertensione con sindrome metabolica (MetS). La disfunzione endoteliale e l'attivazione del sistema nervoso simpatico (SNS) sono criticamente coinvolti nella patogenesi dell'ipertensione in SM. E' stato condotto uno studio prospettico, randomizzato, in cieco dell'end point. Sessanta pazienti con sindrome metabolica sono stati randomizzati in tre gruppi di trattamento: telmisartan, candesartan od in dietoterapia (controllo) e trattati per 6 mesi. Per valutare la funzione endoteliale di resistenza arteriosa all'avambraccio, il flusso di sangue e la resistenza vascolare sono stati misurati usando un estensimetro pletismografo durante l'iniezione intra-arteriosa di acetilcolina (ACh) o nitroprussiato di sodio (SNP). A 6 mesi, sia telmisartan e candesartan hanno determinato una comparabile diminuzione della pressione sanguigna. Inoltre, il trattamento con ARB ha migliorato l'alterata vasodilatazione all'avambraccio in risposta a ACh. Telmisartan ha avuto un effetto maggiore rispetto candesartan sulla vasodilatazione ACh indotta all'avambraccio. Al contrario, la vasodilatazione all'avambraccio in risposta al SNP è stata paragonabile tra telmisartan e candesartan nei gruppi trattati. Il trattamento con ARB ha aumentato HMW e la sensibilità del baroriflesso, ma telmisartan ha avuto un effetto maggiore di candesartan. Inoltre, solo il trattamento con telmisartan ha significativamente ridotto le concentrazioni plasmatiche di norepinefrina, la variabilità della pressione arteriosa, e la variabilità della frequenza cardiaca sulla base di analisi spettrale.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA