CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Test di defibrillazione in pazienti con primo impianto di ICD... E' così necessario?

Fonte: JACC Volume 60, Issue 11, September 2012.

Ma è davvero necessario testare l'efficacia del deibrillatore (DT+) immediatamente dopo il suo impianto? pare di no... Almeno è questo che si evince sostanzialmente da questo studio tutto italiano (Prof. Brignole e coll.) apparso recentemente su JACC. Un totale di 2.120 pazienti di età ≥ 18 anni sono stati arruolati in 41 centri italiani da aprile 2008 a maggio 2009 e seguiti per 24 mesi, fino a giugno 2011. L'end point primario è stato un composito di gravi complicazioni durante l'impianto ICD e morte cardiaca improvvisa o di rianimazione a 2 anni. L'end point primario si è verificato in 34 pazienti: 12 complicanze intraoperatorie (8 nel gruppo DT + ; 4 nel DT-) e 22 nel corso del follow-up (10 in DT + ; 12 in DT-). Nel complesso, l'incidenza stimata annua è stata dell' 1.15% nel gruppo DT + e 0.68 nel DT-. la differenza tra i 2 gruppi è stata trascurabile: 0,47% annuo (-0,15 a 1,10) così come la mortalità per tutte le cause. Pertanto, in questa ampia coorte di nuovi impianti di ICD, i tassi di eventi si sono rivelati simili ed estremamente bassi in entrambi i gruppi. Questi dati indicano una rilevanza clinica limitata per il test DT, supportando un approccio più "tranquillo" dopo impianto di ICD.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA