CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Embolizzazioni dopo TAVI... Uno studio con eco trans-cranico

Fonte: Circulation 2012; 126: 1245-1255.

E' ormai noto a stranoto che l'impianto delle valvole aortiche per via percutanea (TAVI) è associato ad un più alto rischio di eventi neurologici, sia per l'approccio transfemorale che transapicale. Tuttavia, la fonte principale e preponderante dell'emblizzazione (in particolare riguardo alla fase della procedura maggiormente associata ad embolizzazione) rimane poco chiara. Per tentare di rispondere a tale quesito, 83 pazienti sono stati sottoposti a TAVI (di cui 25 per via tran-apicale). Sono stati efettuati Doppler transcranici prima, durante e 3 mesi dopo TAVI per identificare segnali ad alta intensità transitoria (HITS) come surrogato per microembolizzazione. Ebbene, HITS procedurali sono stati rilevati in tutti i pazienti, soprattutto durante la manipolazione della valvola aortica calcifica, in particolare durante l'impianto delle protesi e durante l'uso dei palloni dilatatori. Nel complesso, non vi sono state differenze significative tra TAVI per via transfemorale e transapicale o tra il tipo di protesi usate.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA