CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Tripla terapia contro doppia e solo antiaggreganti in pazienti con fibrillazione atriale e SCA sottoposti a PCI

Fonte: Circulation 2012; 126: 1185-1193.

Rimangono notevoli incertezze sul regime antitrombotico da intraprendere in pazienti con fibrillazione atriale in terapia dicumarolica e che sono sottoposti ad impianto di stent in seguito ad una sindrome coronarica acuta (SCA). Sono stati studiati pazienti con fibrillazione atriale e ammessi in ospedale con diagnosi di infarto del miocardio o di intervento coronarico percutaneo per un totale di 11.480 soggetti. Sono stati presi in considerazione i sanguinamenti fatali o non che abbiano richiesto una ospedalizzazione, in base ai principali regimi antitrombotici attuati: tripla terapia (warfarin e doppia terapia antiaggregante), warfarin + singolo antiaggregante e duplice terapia antiaggregante con aspirina + clopidogrel senza warfarin. Entro 1 anno, in 728 sono stati registrati episodi di sanguinamento significativi (6,3%), di cui 79 fatali (0,7%). Entro i primi 30 giorni, i tassi di sanguinamento sono stati rispettivamente del 22.6, 20.3 e 14.3 eventi emorragici per 100 anni-persona per la triplice terapia, warfarin + antiaggregante e doppia terapia antiaggregante. Nessuna differenza significativa nel rischio tromboembolico è stata osservata tra le diverse strategie.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA