CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Studio ROMICAT: la angio-TC precoce salva le donne con sintomi di SCA

Fonte: Circulation. 2013; 127: 2494-2502.

Questo studio fornisce dati a sostegno di una strategia basata sul precoce utilizzo della angio-TC cardiaca (CCTA) nelle donne che si presentano al pronto soccorso (ED) con dolore toracico e sintomi suggestivi per sindrome coronarica acuta. I risultati possono essere spiegati dalla minore prevalenza di CAD e della gravità della stessa nelle donne rispetto agli uomini. Lo studio è il Rule-Out Myocardial Infarction With Computer-Assisted Tomography (ROMICAT). E' uno studio multicentrico, controllato, randomizzato, su 1.000 pazienti (47% donne), di 40-74 anni di età con sintomi suggestivi di sindrome coronarica acuta, sottoposti rapidamente a CCTA dopo valutazione in ED. In questa analisi le donne nel braccio CCTA avevano una netta riduzione della durata del ricovero, tassi di ricovero ospedaliero più bassi, e la dose cumulativa di radiazioni inferiore rispetto agli uomini (P per interazione ≤ 0,02). Anche se le donne avevano tassi più bassi di sindrome coronarica acuta rispetto agli uomini (3% vs 12%; p<0,0001), i dati erano comunque significativi dopo aggiunstamento dei parametri al basale (p per l'interazione <0.03). Nessuna differenza è stata osservata in eventi avversi cardiaci maggiori tra i sessi e le strategie in ED (p per l'interazione = 0,39). Le donne avevano CCTA maggiormente nella norma rispetto agli uomini (58% contro 37%, p<0,0001), inferiore riscontro di malattia coronarica ostruttiva (5% vs 17%, p=0,0001). Gli uomini nel braccio CCTA hanno avuto il più alto tasso di procedure invasive con angiografia coronarica (18%).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA