Promuovi un tuo evento
Entra in MyCardioLink - il Cardio social
Speciale AHA 2014
Speciale ESC 2014
Entra in EXPERIENCE DESK
Entra in OPEN LAB
Entra nella sezione di CardioLink
Entra nella sezione di DiabeLink
Entra in BEST PRACTICE

Calendario Congressi

Nuove Linee Guida ACLS
Fonte: Circulation 2010. Online.

ACLSFinalmente pubblicato su Circulation il nuovo protocollo ACLS (Advanced Cardiac Life Support) , con numerose novità dopo quelle pubblicate ormai 5 anni fa, ad opera dell’American Heart Association. Questa pubblicazione è sempre molto attesa per l’ovvio impatto che ha sul paziente colpito da arresto cardiaco per l’ottimizzazione e la standardizzazione delle manovre rianimatorie. Il principale scopo di queste Linee guida è quello di attuare tutte le misure per l’ottimizzazione per la gestione dell’arresto cardiaco (ad iniziare dalla sua prevenzione) iniziando dalla corretta gestione delle vie aeree, il supporto ventilatorio, il trattamento dell’arresto cardiaco, delle bradi e delle tachiaritmie. Nella sezione n°8 di queste Linee guida si affrontano i temi forse più caldi della gestione del paziente in arresto cardiaco.
Le principali novità riguardano:
1 - La raccomandazione dell’uso estensivo della capnografia nell’IOT
2 - L’algoritmo universale dell’arresto è stato semplificato e ridesignato per enfatizzare l’importanza di un massaggio cardiaco (CPR) di alta qualità
3 - L’atropina è sostanzialmente “uscita” nel suo uso di routine nei casi di asistolia o attività elettrica senza polso (PEA)
4 - L’infusione di farmaci cronotropi sono maggiormente raccomandati come alternativa al pacing durante le bradicardie estreme o comunque sintomatiche
5 - L’adenosina è divenutoo un farmaco di sicuro utilizzo nel management iniziale delle tachiaritmie stabili sia a QRS stretto (se tachiaritmie regolari) sia largo (>0.12 sec, purchè monomorfiche e regolari).
Di seguito riportiamo l’algoritmo universale dell’ultimo ACLS. La lettura sarà certamente lunga… Ma davvero bella..

Scarica allegato in PPTX - Download


condividi contenuto


 
1. SANTE FERRARELLO
mi sembra più logico e efficace
inserito il: 25-05-2014 01:30
 
  • Troponina T e FA post STEMI hanno una relazione!
    Fonte: European Heart Journal: Acute Cardiovascular Care February 18, 2015 doi: 10.1177/2048872615570220. L’associazione tra i livelli di Troponina T (HsTnT) e la nuova insorgenza di Fibrillazione Atriale (AF) è sconosciuto. Gli Autori hanno quindi valutato l'associazione temporale tra i livelli di HsTnT e la AF post-infarto. Sono stati arruolati 830 pazienti nell’On-TIME II. La HsTnT è stata valutata al basale, 24 ore e 72 ore dopo il ricovero per STEMI. La nuova insorgenza di episodi di AF sono stati suddivisi in tre sottogruppi: AF durante le prime 24 ore di ricovero, AF dopo 24-72h di...leggi la news
  • Arrabbiarsi fa male al cuore: lo dicono da sempre..
    Fonte: European Heart Journal: Acute Cardiovascular Care February 23, 2015 doi: 10.1177/2048872615568969. L'obiettivo di questo studio è stato quello di riportare l'associazione tra gli episodi di collera e di infarto miocardico acuto (MI) in pazienti con la conferma angiografica di occlusione coronarica. Sono stati presi in considerazione 313 partecipanti con documentata occlusione coronarica acuta dei quali è stata riportata la frequenza degli episodi collera/rabbia nelle 48 h prima dell’MI. Livello di raggia “Anger Level” ≥5 (su una scala di rabbia di 1-7) è stato riportato da sette partecipanti (2,2%) entro 2 ore dal MI. Il...leggi la news
  • I NAOC nei pazienti con FA naïve: dalla Danimarca arriva il punto della situazione nella real life
    Fonte: Europace. 2015;17(2):187-193. Olesen et al. hanno indagato il ruolo dei NAOC (Non-vitamin K Antagonist Oral AntiCoagulation agents) per la prevenzione di stroke nel 'real-world' danese da quando sono stati introdotti sul mercato (22 agosto 2011- 31 ottobre 2013) nei pazienti con fibrillazione atriale (FA) naïve. Dai registri danesi, usando modelli di regressione lineari sono stati paragonati i dati dei pazienti che iniziavano terapia con warfarin versus quelli che assumevano uno dei 3 NAOC in commercio: dabigratan, apixaban o rivaroxaban. Sono stati identificati 18.611 pazienti con FA naïve dei quali 9.902 (53%) avevano iniziato il...leggi la news
  • Ruolo prognostico dell’extrasistolia ventricolare sulla funzione ventricolare sinistra nei bambini a cuore sano
    Fonte: AJC. March 2015 Volume 115, Issue 5, p557-706. Lo scopo di questo studio era di determinare la correlazione tra BEV e funzione ventricolare sinistra in 123 pazienti (77 di sesso maschile [63%]) con età media era di 11,6 anni (range interquartile 5,8-14,3) con cuore strutturalmente normale. La frazione di accorciamento (FS) del ventricolo sinistro è stata confrontata con l’entità e le caratteristiche dell’ extrasistolia Veniva definita normale una funzione ventricolare sinistra con FS ≥ 28%. Non c'era alcuna correlazione significativa tra entità dei BEV e FS (p = 0,50). La presenza di BEV monomorfi...leggi la news
  • Efficacia della miectomia estesa attraverso il lembo mitralico anteriore nella cardiomiopatia ipertrofica
    Fonte: AJC. March 1, 2015 Volume 115, Issue 5, Pages 670–675. Lo scopo di questo studio era di valutare i risultati a lungo termine di miectomia estesa attraverso il lembo mitralico anteriore in 98 pazienti con CMI ostruttiva. L’outcome finale includeva la mortalità da tutte le cause e variazioni delle caratteristiche cliniche ed ecocardiografiche. La mortalità è stata confrontata con quella di pazienti di pari età e sesso con CMI non ostruttiva e con la popolazione generale. Il follow-up è stato di 8,3 ± 6,1 anni. Non c'era mortalità intraoperatoria, e la classe NYHA si...leggi la news
Ricerca nelle nostre news



Primo Piano

Loading images
loading
CardioLink
DiabeLink\'
Fibrillazione Atriale e...
NAO
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk