Scarica App MyGFR
Scarica App MyGFR Scarica App MyGFR
Calcolatore Vascular Age
Entra in MyCardioLink - il Cardio social
NOAC REal Life Practice
High Pressure
Heart & Brain
Thrombosis Clinic
Misura
Entra in OPEN LAB
Entra nella sezione di CardioLink
Entra nella sezione di DiabeLink
Entra in EXPERIENCE DESK
Entra in BEST PRACTICE
Promuovi un tuo evento
Speciale ESC 2017
Speciale ACC 2017
Speciale AHA 2016
Richiedi Cartaceo di CardioLink e DiabeLink
Nuove Linee Guida ACLS
Fonte: Circulation 2010. Online.

ACLSFinalmente pubblicato su Circulation il nuovo protocollo ACLS (Advanced Cardiac Life Support) , con numerose novità dopo quelle pubblicate ormai 5 anni fa, ad opera dell’American Heart Association. Questa pubblicazione è sempre molto attesa per l’ovvio impatto che ha sul paziente colpito da arresto cardiaco per l’ottimizzazione e la standardizzazione delle manovre rianimatorie. Il principale scopo di queste Linee guida è quello di attuare tutte le misure per l’ottimizzazione per la gestione dell’arresto cardiaco (ad iniziare dalla sua prevenzione) iniziando dalla corretta gestione delle vie aeree, il supporto ventilatorio, il trattamento dell’arresto cardiaco, delle bradi e delle tachiaritmie. Nella sezione n°8 di queste Linee guida si affrontano i temi forse più caldi della gestione del paziente in arresto cardiaco.
Le principali novità riguardano:
1 - La raccomandazione dell’uso estensivo della capnografia nell’IOT
2 - L’algoritmo universale dell’arresto è stato semplificato e ridesignato per enfatizzare l’importanza di un massaggio cardiaco (CPR) di alta qualità
3 - L’atropina è sostanzialmente “uscita” nel suo uso di routine nei casi di asistolia o attività elettrica senza polso (PEA)
4 - L’infusione di farmaci cronotropi sono maggiormente raccomandati come alternativa al pacing durante le bradicardie estreme o comunque sintomatiche
5 - L’adenosina è divenutoo un farmaco di sicuro utilizzo nel management iniziale delle tachiaritmie stabili sia a QRS stretto (se tachiaritmie regolari) sia largo (>0.12 sec, purchè monomorfiche e regolari).
Di seguito riportiamo l’algoritmo universale dell’ultimo ACLS. La lettura sarà certamente lunga… Ma davvero bella..

Scarica allegato in PPTX - Download

 
SANTE FERRARELLO
mi sembra più logico e efficace
inserito il: 25-05-2014 00:30
 
  • La frazione di eiezione all’ingresso impatta la prognosi della sindrome Takotsubo? Esperienza del Takotsubo Italian Network (TIN)
    Fonte: EuroEcho Imaging Congress 2017 - Lisbona, Portogallo. La disfunzione sistolica severa del ventricolo sinistro in fase acuta rappresenta un fattore prognostico ben documentato in molte patologie cardiovascolari. Scopo dello studio condotto dal gruppo di ricercatori del Takotsubo Italian Network (TIN), presentato dal Dr.R.Citro (Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, Salerno, Italia), l'8 dicembre a Lisbona durante la sessione Poster Moderati del Congresso EuroEcho Imaging 2017, è stato valutare le implicazioni prognostiche della ridotta frazione d’eiezione del ventricolo sinistro (FE) all’esordio nei pazienti con sindrome Takotsubo (TTS). Sono stati inclusi 306 pazienti (età media 69.4 ± 11.5 anni, 24 maschi) arruolati nel TIN. In base alla FE valutata all’eco effettuato entro 6 ore...leggi la news
  • Scompenso Cardiaco: "imaging matters"
    Fonte: EuroEcho Imaging Congress 2017 - Lisbona, Portogallo. Fontes Caravalho (Porto,PT) ha aperto la morning session dedicata all'Imaging nello Scompenso Cardiaco (SC) del 7 dicembre durante il Congresso EuroEcho Imaging 2017, che si sta svolgendo in questi giorni a Lisbona, sottolineando l'importanza, al di là della frazione di eiezione ventricolare sinistra, dello studio della deformazione miocardica valutata con lo SpeckleTracking Imaging. E' fondamentale valutare la reale funzione sistolica del ventricolo sinistro nel paziente affetto da SC con tutte le tecniche di imaging disponibili. Lo spekear ha, inoltre, enfatizzato il ruolo della funzione diastolica ventricolare sinistra con la valutazione del rapporto E/E' sia a riposo che, in casi selezionati, durante sforzo. L'ecostress fisico effettuato con un...leggi la news
  • L'ecocardiografia in terapia intensiva: dallo scompenso cardiaco acuto allo shock cardiogeno
    Fonte: EuroEcho Imaging Congress 2017 - Lisbona, Portogallo. Il primo speaker della morning session dell'8 dicembre del Congresso EuroEcho Imaging 2017 che si è svolto a Lisbona in questi giorni, dedicata all'ecocardiografia in terapia intensiva (joint session con il Working Group della Società Rumena di Cardiologia), Dr I.Mircea Coman (Bucarest, Romania) ha iniziato la sua presentazione enfatizzando il ruolo cruciale che l'ecocardiografia riveste nelle nuove linee guida dello scompenso cardiaco (LG HF2016) come metodica di choice nei pazienti affetti da HF per la sua accuratezza, disponibilità, sicurezza e costi ed i criteri di appropiatezza EACVI in diversi settings di HF.L'evoluzione degli ecografi sempre più piccoli (pocket size) e manegevoli, ha permesso la diffusione della metodica...leggi la news
  • Gli ologrammi possono aiutare i cardiochirurghi pediatri nella pianificazione della strategia chirurgica delle cardiopatie complesse
    Fonte: EuroEcho Imaging Congress 2017 - Lisbona, Portogallo. Dr Henrik Brun, cardiologo pediatra dell’Intervention Centre, Oslo University Hospital, Oslo Norvegia, ha presentato il 7 dicembre 2017 a Lisbona, durante la Sessione Rapid Fire Abstract Congenital Heart Disease del Congresso EuroEcho Imaging 2017, la sua ricerca sull’utilità degli ologrammi nella pianificazione della strategia chirurgica di cardiopatie congenite complesse. Gli ologrammi sono più rapidi ed economici rispetto ai modelli di cuore ricavati dalle stampanti 3 D, più interattivi e facili da condividere in contesti dove i cardiologi ed i cardiochirurghi si confrontano, quali il laboratorio di emodinamica o la sala operatoria. Gli ologrammi appaiono come “vetri da indossare” integrati nel mondo circostante. Diverse applicazioni (app) sono state...leggi la news
  • L’imaging cardiovascolare identifica il rigetto dell’allograft prima dell’insorgenza dei sintomi nei trapiantati
    Fonte: EuroEcho Imaging Congress 2017 - Lisbona, Portogallo. Il 7 dicembre 2017, la Dr.ssa F.Cordeiro (University Hospital Leuven, Belgium), ha presentato al Congresso EuroEcho-Imaging 2017, durante la sessione Young Investigator Award – Clinical Science – The Roelandt’s Young Investigator Award i risultati della sua ricerca ‘Global longitudinal strain decreases months before acute humoral but not before acute cellular rejection episode in heart transplant recipients’. Sono stati studiati circa 316 pazienti sottoposti a trapianto cardiaco tra il 2003 ed il 2016 in un singolo centro trapianti per identificare casi di rigetto umorale o cellulare severo degli allograft. Sono stati inclusi nello studio 17 pazienti affetti da rigetto acuto dell’allograft (10 cellulare, 7 umorale), confrontati con 17...leggi la news

Primo Piano

Attendi...
loading
3-2017
DiabeLink
ANTICOAGULANTI ORALI? MAI STATI COSÌ SICURI!
AUTOMONITORAGGIO GLICEMICO E TERAPIA DEL DIABETE
Guida Sicura
Speciale
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk