Mylan - Seeing is believing
Promuovi un tuo evento
Speciale ESC 2014
Entra in EXPERIENCE DESK
Entra in OPEN LAB
Entra nella sezione di CardioLink
Entra nella sezione di DiabeLink
Entra in BEST PRACTICE

Calendario Congressi

Nuove Linee Guida ACLS
Fonte: Circulation 2010. Online.

ACLSFinalmente pubblicato su Circulation il nuovo protocollo ACLS (Advanced Cardiac Life Support) , con numerose novità dopo quelle pubblicate ormai 5 anni fa, ad opera dell’American Heart Association. Questa pubblicazione è sempre molto attesa per l’ovvio impatto che ha sul paziente colpito da arresto cardiaco per l’ottimizzazione e la standardizzazione delle manovre rianimatorie. Il principale scopo di queste Linee guida è quello di attuare tutte le misure per l’ottimizzazione per la gestione dell’arresto cardiaco (ad iniziare dalla sua prevenzione) iniziando dalla corretta gestione delle vie aeree, il supporto ventilatorio, il trattamento dell’arresto cardiaco, delle bradi e delle tachiaritmie. Nella sezione n°8 di queste Linee guida si affrontano i temi forse più caldi della gestione del paziente in arresto cardiaco.
Le principali novità riguardano:
1 - La raccomandazione dell’uso estensivo della capnografia nell’IOT
2 - L’algoritmo universale dell’arresto è stato semplificato e ridesignato per enfatizzare l’importanza di un massaggio cardiaco (CPR) di alta qualità
3 - L’atropina è sostanzialmente “uscita” nel suo uso di routine nei casi di asistolia o attività elettrica senza polso (PEA)
4 - L’infusione di farmaci cronotropi sono maggiormente raccomandati come alternativa al pacing durante le bradicardie estreme o comunque sintomatiche
5 - L’adenosina è divenutoo un farmaco di sicuro utilizzo nel management iniziale delle tachiaritmie stabili sia a QRS stretto (se tachiaritmie regolari) sia largo (>0.12 sec, purchè monomorfiche e regolari).
Di seguito riportiamo l’algoritmo universale dell’ultimo ACLS. La lettura sarà certamente lunga… Ma davvero bella..

Scarica allegato in PPTX - Download


condividi contenuto


 
1. SANTE FERRARELLO
mi sembra più logico e efficace
inserito il: 25-05-2014 01:30
 
  • Il pretrattamento con statine ad alte dosi previene il rischio di nefropatia da mezzo di contrasto nei pazienti sottoposti ad angiografia coronarica
    Fonte: American Journal of Cardiology. Volume 114, Issue 9, Pages 1295–1302, November 1, 2014. E' stata condotta una metanalisi di 12 studi randomizzati (5.564 pazienti) basati sull'uso di statine ad alto dosaggio a breve termine (confrontati sia con statine a basse dosi che placebo) per la prevenzione della nefropatia da mezzo di contrasto (CIN) in pazienti sottoposti ad angiografia coronarica. Una CIN si è verificata in 94 dei 2.769 pazienti (3,4%) pretrattati con statine ad alte dosi e 213 dei 2.795 pazienti (7,6%) nel gruppo...leggi la news
  • Impatto della insufficienza mitralica pre procedurale sulla mortalità nei pazienti con stenosi aortica severa sottoposti a TAVI
    Fonte: Heart 2014;100:1799-1803 doi:10.1136/heartjnl-2014-305775. Si tratta di un'analisi retrospettiva di 316 pazienti consecutivi sottoposti a TAVI per stenosi aortica e stratificati in due gruppi in base alla gravità del rigurgito mitrale : significativo o grado ≥ 3; non significativo o grado ≤ 2. La gravità della variazione del rigurgito mitralico è stato valutato mediante il confronto di ecocardiogramma basale e a 30 giorni. 60 pazienti avevano significativo rigurgito mitralico pre TAVI (19,0%). Questi presentavano un più elevato rischio perioperatorio (EuroSCORE logistico 28,7 ± 16,6% vs...leggi la news
  • La prealbumina alla dimissione è marker di prognosi sfavorevole nei pazienti con scompenso
    Fonte: Heart 2014;100:1780-1785 Published Online First: 1 July 2014 doi:10.1136/heartjnl-2014-305747 . La prealbumina è uno dei migliori indicatori dello stato nutrizionale ed è stata associata ad aumentata mortalità intraospedaliera per scompenso cardiaco. E' stato condotto uno studio prospettico osservazionale in pazienti ricoverati per scompenso cardiaco. Il follow-up è stato di 6 mesi. Gli endpoint analizzati sono stati : morte per tutte le cause e per scompenso; ospedalizzazione per tutte le cause e per peggioramento di insufficienza cardiaca. Sono stati confrontati 514 pazienti totali distinti in...leggi la news
  • Cause di mortalità nelle SCA in pazienti trattati con ticagrelor vs clopidogrel
    Fonte: Heart 2014;100:1762-1769 doi:10.1136/heartjnl-2014-305619. Nello studio PLATO, il ticagrelor ha ridotto in modo significativo i tassi di morte vascolare e totale rispetto al clopidogrel. Sono stati valutati in 905 pazienti morti post arruolamento nello studio PLATO (n = 18 624) le cause dirette di morte e il contributo di processi infettivi o sanguinamenti sull' evento fatale. Per i decessi vascolari, sono state riscontrate meno morti improvvise (63 (0,7%) vs 98 (1,1%), p <0,01), e nessuna differenza significativa nella mortalità per infarto miocardico acuto (179 (1,9%)...leggi la news
  • Incidenza e impatto prognostico della coronaropatia nei pazienti affetti da aneurisma dell’aorta addominale candidati ad intervento
    Fonte: Journal of Cardiovascular Medicine 2014. Lo scopo del presente studio è quello di riportare l'incidenza di lesioni coronariche nei candidati per la riparazione di aneurisma dell'aorta addominale (AAA) con un Revised (Lee) Index cardiac index (RCRI) <2, che di solito sono esclusi dal work-up cardiologico preoperatorio. Sono stati raccolti dati clinici di 149 pazienti consecutivi sottoposti ad angiografia preoperatoria coronarica e rivascolarizzazione miocardica (intervento coronarico percutaneo, PCI, bypass coronarico, CABG) prima di riparazione di AAA. Una grave malattia coronarica (CAD) è stata rivelata in...leggi la news
Ricerca nelle nostre news



Primo Piano

Loading images
loading
CardioLink
DiabeLink\'
Fibrillazione Atriale e...
NAO
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk