Promuovi un tuo evento
Entra in EXPERIENCE DESK
Entra in OPEN LAB
Entra nella sezione di CardioLink
Entra nella sezione di DiabeLink
Entra in BEST PRACTICE

Calendario Congressi

Nuove Linee Guida ACLS
Fonte: Circulation 2010. Online.

ACLSFinalmente pubblicato su Circulation il nuovo protocollo ACLS (Advanced Cardiac Life Support) , con numerose novità dopo quelle pubblicate ormai 5 anni fa, ad opera dell’American Heart Association. Questa pubblicazione è sempre molto attesa per l’ovvio impatto che ha sul paziente colpito da arresto cardiaco per l’ottimizzazione e la standardizzazione delle manovre rianimatorie. Il principale scopo di queste Linee guida è quello di attuare tutte le misure per l’ottimizzazione per la gestione dell’arresto cardiaco (ad iniziare dalla sua prevenzione) iniziando dalla corretta gestione delle vie aeree, il supporto ventilatorio, il trattamento dell’arresto cardiaco, delle bradi e delle tachiaritmie. Nella sezione n°8 di queste Linee guida si affrontano i temi forse più caldi della gestione del paziente in arresto cardiaco.
Le principali novità riguardano:
1 - La raccomandazione dell’uso estensivo della capnografia nell’IOT
2 - L’algoritmo universale dell’arresto è stato semplificato e ridesignato per enfatizzare l’importanza di un massaggio cardiaco (CPR) di alta qualità
3 - L’atropina è sostanzialmente “uscita” nel suo uso di routine nei casi di asistolia o attività elettrica senza polso (PEA)
4 - L’infusione di farmaci cronotropi sono maggiormente raccomandati come alternativa al pacing durante le bradicardie estreme o comunque sintomatiche
5 - L’adenosina è divenutoo un farmaco di sicuro utilizzo nel management iniziale delle tachiaritmie stabili sia a QRS stretto (se tachiaritmie regolari) sia largo (>0.12 sec, purchè monomorfiche e regolari).
Di seguito riportiamo l’algoritmo universale dell’ultimo ACLS. La lettura sarà certamente lunga… Ma davvero bella..

Scarica allegato in PPTX - Download


condividi contenuto


 
1. SANTE FERRARELLO
mi sembra più logico e efficace
inserito il: 25-05-2014 01:30
 
  • Caratterizzazione prognostica dello studio RMN in pazienti con cardiomiopatia apicale
    Fonte: American Journal of Cardiology. June 2014. Si tratta di una revisione retrospettiva di 96 pazienti con diagnosi di CMI apicale sottoposti a risonanza magnetica cardiaca presso la Mayo Clinic (Rochester, MN) a partire da agosto 1999 a ottobre 2011. È stato eseguito uno studio RM e ecocardiogrammi bidimensionali entro 6 mesi dalla risonanza magnetica cardiaca . I volumi telediastolico e telesistolico del ventricolo sinistro erano 130,7 ± 39,1 ml e 44,2 ± 20,9 ml, rispettivamente. Lo spessore massimo era di 19 ± 5 mm. Una...leggi la news
  • Fare colazione è importante!
    Fonte: Am J Clin Nutr; 2005: 81(2): 388-396. Scopo di questo studio è stato valutare se consumare la colazione o saltarla influenzi l’introito energetico e la concentrazione di lipidi in donne sane. In questo studio randomizzato, 10 donne (BMI 23.2 ± 1.4 kg/m2) sono state sottoposte a 14 giorni durante i quali hanno fatto colazione e a 14 giorni in cui non hanno fatto colazione, separati da due settimane di intervallo. Nel periodo in cui facevano colazione, i soggetti consumavano cereali con latte intero prima...leggi la news
  • Il peso delle madri influenza la composizione corporea dei bambini
    Fonte: Acta Paediatrica 2014; doi: 10.1111/apa.12713. Questo studio ha valutato se la composizione corporea dei bambini appena nati sia influenzata dalla presenza di obesità in pre-gravidanza e dall’incremento di peso durante la gestazione (GWG). Sono state arruolate 231 madri obese e 80 madri normopeso e i loro bambini sono stati valutati per la composizione corporea. La massa grassa totale e addominale dei bambini nati da madri obese prima della gravidanza erano 135 g (p<0.001) e 18 g (p<0.001) maggiori di quelli dei nati da madri...leggi la news
  • Ablazione transcatetere delle Tachicardie Ventricolari in pazienti affetti da Cardiomiopatia dilatativa non ischemica: origine anterosettale vs inferolaterale
    Fonte: Circulation. 2014; 129: 728-736, doi: 10.1161/CIRCULATIONAHA.113.003063. L'obiettivo di questo studio è stato correlare la distribuzione delle aree cicatriziali in pazienti affetti da cardiomiopatia ischemica con la morfologia, la distribuzione, i potenziali tardivi, la strategia di ablazione, e l'esito delle tachicardie ventricolari (TV). Ottantasette pazienti sono stati sottoposti ad ablazione transcatetere per TV refrattarie alla terapia farmacologica. Basandosi sulla valutazione endocardica del voltaggio, 44 sono stati classificate come TV ad origine anterosettale e 43 come infero-laterali. Nei pazienti in cui erano diagnosticate le anterosettali, più...leggi la news
  • Fibrillazione atriale in pazienti con stroke criptogenico
    Fonte: N Engl J Med 2014; 370:2467-2477June 26, 2014DOI: 10.1056/NEJMoa1311376. La fibrillazione atriale è una delle principali cause di recidive di stroke per cui la diagnosi e il trattamento precoci sono fondamentali. Tuttavia, la fibrillazione atriale parossistica è spesso asintomatica e rischia di passare inosservata e non trattata in pazienti con ictus ischemico o attacco ischemico transitorio (TIA). Sono stati randomizzati 572 pazienti di 55 anni di età o più, senza sapere se affetti da fibrillazione atriale, che avevano avuto un ictus ischemico o TIA...leggi la news
Ricerca nelle nostre news



Primo Piano

Loading images
loading
CardioLink
DiabeLink\'
Fibrillazione Atriale e...
NAO
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk