Richiedi Cartaceo di CardioLink e DiabeLink
Entra in MyCardioLink - il Cardio social
Speciale ACC 2015
Promuovi un tuo evento
Speciale AHA 2014
Speciale ESC 2014
Entra in EXPERIENCE DESK
Entra in OPEN LAB
Entra nella sezione di CardioLink
Entra nella sezione di DiabeLink
Entra in BEST PRACTICE

Calendario Congressi

Nuove Linee Guida ACLS
Fonte: Circulation 2010. Online.

ACLSFinalmente pubblicato su Circulation il nuovo protocollo ACLS (Advanced Cardiac Life Support) , con numerose novità dopo quelle pubblicate ormai 5 anni fa, ad opera dell’American Heart Association. Questa pubblicazione è sempre molto attesa per l’ovvio impatto che ha sul paziente colpito da arresto cardiaco per l’ottimizzazione e la standardizzazione delle manovre rianimatorie. Il principale scopo di queste Linee guida è quello di attuare tutte le misure per l’ottimizzazione per la gestione dell’arresto cardiaco (ad iniziare dalla sua prevenzione) iniziando dalla corretta gestione delle vie aeree, il supporto ventilatorio, il trattamento dell’arresto cardiaco, delle bradi e delle tachiaritmie. Nella sezione n°8 di queste Linee guida si affrontano i temi forse più caldi della gestione del paziente in arresto cardiaco.
Le principali novità riguardano:
1 - La raccomandazione dell’uso estensivo della capnografia nell’IOT
2 - L’algoritmo universale dell’arresto è stato semplificato e ridesignato per enfatizzare l’importanza di un massaggio cardiaco (CPR) di alta qualità
3 - L’atropina è sostanzialmente “uscita” nel suo uso di routine nei casi di asistolia o attività elettrica senza polso (PEA)
4 - L’infusione di farmaci cronotropi sono maggiormente raccomandati come alternativa al pacing durante le bradicardie estreme o comunque sintomatiche
5 - L’adenosina è divenutoo un farmaco di sicuro utilizzo nel management iniziale delle tachiaritmie stabili sia a QRS stretto (se tachiaritmie regolari) sia largo (>0.12 sec, purchè monomorfiche e regolari).
Di seguito riportiamo l’algoritmo universale dell’ultimo ACLS. La lettura sarà certamente lunga… Ma davvero bella..

Scarica allegato in PPTX - Download


condividi contenuto


 
1. SANTE FERRARELLO
mi sembra più logico e efficace
inserito il: 25-05-2014 01:30
 
  • Trial PARAMETER: LCZ696 un’altra arma per la lotta all’ipertensione arteriosa
    Fonte: ESC Congress 2015, Hot Line IV - Ipertensione. 31 agosto 2015. Il nuovo farmaco antipertensivo LCZ696 (valsartan/sacubitril) riduce significativamente la pressione arteriosa e la pulse pressure rispetto alla terapia standard con sartani (angiotensin receptor blocker, ARB) come l’olmesartan nei pazienti ipertesi, secondo i risultati dello studio PARAMETER presentato il 31 agosto al Congresso ESC da Bryan Williams, principal investigator del trial (Chair of Medicine, University College London, UK) durante la sessione Hot Line sull’Ipertensione. Questi dati rivelano nuovi effetti benefici di LCZ696, farmaco sperimentale della Novartis conosciuto come ARNI (Inibitore del Recettore dell’Angiotensina e della Neprilisina), costituito da una combinazione di valsartan (inibitore dell’angiotensina II) e di AHU-377 (inibitore della neprilisina), oltre quelli sullo...leggi la news
  • La FA persistente migliora con l'isolamento dell'auricola sinistra (LAA): i dati del BELIEF
    Fonte: ESC Congress 2015, Hot Line session 31 agosto 2015 . Il 31 agosto durante la sessione HOT Line del Congresso ESC, Luigi Di Biase (Montefiore-Albert Einstein Center, New York) ha presentato i dati dello studio BELIEF. L’auricola sinistra (LAA) e’ da tempo riconosciuta, oltre alle vene polmonari, come sito trigger di FA. In questo studio 173 pazienti affetti da FA persistente long-standing sono stati randomizzati a terapia standard (ablazione transcatetere classica) o in aggiunta all’ablazione della LAA. Dopo un anno il 28% dei pazienti sottoposti a trattamento standard erano liberi da recidive rispetto al 56% di quelli a cui era stata effettuata anche l’ablazione della LAA (HR 1.92; p=0.001). L’isolamento della LAA e’ stato...leggi la news
  • Finalmente un dato "reale" sulle cardiomiopatie. Presentati i risultati del registro pilota EORP
    Fonte: ESC Congress 2015, Sessione Registri ESC. Nell' ambito della sessione registri dell' ESC sono stati presentati dal Prof. Elliott (University College of London) i dati del registro pilota sulle cardiomiopatie promosso dall' EORP (EuroObservational Research Programme). Il registro pilota ha coinvolto 27 centri di riferimento per le cardiomiopatie di 12 paesi europei, tra il 2012 e il 2013 tali centri hanno arruolato 1.115 pazienti di cui il 61% affetto da cardiomiopatia ipertrofica, 31% da cardiomiopatia dilatativa, 5% da cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro ed il 3% da cardiomiopatia restrittiva. Dall'analisi dei dati emerge che circa il 30% dei pazienti era al momento della diagnosi asintomatico e la diagnosi é stata eseguita o in maniera...leggi la news
  • “Combattere la fibrillazione atriale nel mondo reale”: partono in Europa i registri ETNA, gli studi post-approvazione di edoxaban
    Fonte: ESC Congress 2015, Simposio Satellite Daiichi-Sankyo 1 settembre 2015. “Combattere la fibrillazione atriale nel mondo reale”, è questo il fil rouge che ha unito tutti i simposi e gli eventi sponsorizzati da Daiichi Sankyo al Congresso ESC di Londra,lanciando due registri europei l'ETNA-AF-Europe (Edoxaban Treatment in routiNe clinical prActice - Atrial Fibrillation - Europe) e l'ETNA-VTE-Europe (Edoxaban Treatment in routiNe clinical prActice - Venous ThromboEmbolism - Europe) che sono parte del progetto globale ETNA, creato per analizzare le specifiche necessità regionali e la pratica clinica locale del trattamento con edoxaban. A spiegare nei dettagli l’originalità e il razionale dei due nuovi studi durante i simposi è stato Jan Steffel, Co-direttore dell’unità di elettrofisiologia e...leggi la news
  • Studio XANTUS: rivaroxaban e’ efficace e ben tollerato nel real-world dei pazienti affetti FA
    Fonte: ESC Congress 2015, 01 Sep 2015, Sessione III sui Registri- Prevenzione. Il Prof. A. John Camm (Clinical Cardiology in the Cardiovascular and Cell Sciences Research Institute at St George’s University of London, UK), principal investigator dello studio XANTUS ha entusiasticamente presentato i risultati del suddetto trial il 1 settembre durante il Congresso ESC. Questo e’ il primo trial internazionale, prospettico sui nuovi anticoagulanti orali (NOAC) nel real-world dei pazienti affetti da FA. Questo studio osservazionale, single-arm, ha valutato la sicurezza e l’efficacia del rivaroxaban per la prevenzione di stroke in 6.784 pazienti affetti da FA non-valvolare arruolati in 311 centri tra Europa e Canada dalla pratica clinica quotidiana. Il follow up e' stato di...leggi la news
Ricerca nelle nostre news



Primo Piano

Loading images
loading
CardioLink
Guida Sicura
Speciale
DiabeLink\'
Fibrillazione Atriale e...
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk