Scarica App MyGFR
Scarica App MyGFR Scarica App MyGFR
Entra in MyCardioLink - il Cardio social
Speciale AHA 2016
Speciale ESC 2016
Calcolatore Vascular Age
Speciale ACC 2016
Promuovi un tuo evento
Heart & Brain
Thrombosis Clinic
Misura
Entra in OPEN LAB
Entra nella sezione di CardioLink
Entra nella sezione di DiabeLink
Entra in EXPERIENCE DESK
Entra in BEST PRACTICE
Richiedi Cartaceo di CardioLink e DiabeLink

Prossimi Congressi

14° AIAC - Ass.ne Italiana Aritmologia e Cardiostimolazione
Bologna - dal 23/03/2017 al 25/03/2017

CONOSCERE E CURARE IL CUORE 2017
Firenze - dal 24/03/2017 al 26/03/2017

IX Congr. Naz.le ECOCARDIOCHIRURGIA 2017
Milano - dal 27/03/2017 al 29/03/2017

51st AEPC - Association for European Paediatric and Congenital Cardiology
Lyon - dal 29/03/2017 al 01/04/2017

17° CONGRESSO NAZIONALE AIP - "La psicogeriatria: clinica, ricerca, speranze"
Firenze - dal 30/03/2017 al 01/04/2017

13th ECAS - European Cardiac Arrhythmia Society
Roma - dal 02/04/2017 al 04/04/2017

EuroPrevent 2017
Malaga - dal 06/04/2017 al 08/04/2017

XVIII SIEC - Società Italiana Ecografia Cardiovascolare
Napoli - dal 06/04/2017 al 08/04/2017

Capri Cardiovascular Conference 2.0
Capri - dal 07/04/2017 al 08/04/2017

ICCCM 2017 - 19th International Conference on Cardiology and Cardiovascular Medicine
Venezia - dal 13/04/2017 al 14/04/2017

vedi elenco congressi
Nuove Linee Guida ACLS
Fonte: Circulation 2010. Online.

ACLSFinalmente pubblicato su Circulation il nuovo protocollo ACLS (Advanced Cardiac Life Support) , con numerose novità dopo quelle pubblicate ormai 5 anni fa, ad opera dell’American Heart Association. Questa pubblicazione è sempre molto attesa per l’ovvio impatto che ha sul paziente colpito da arresto cardiaco per l’ottimizzazione e la standardizzazione delle manovre rianimatorie. Il principale scopo di queste Linee guida è quello di attuare tutte le misure per l’ottimizzazione per la gestione dell’arresto cardiaco (ad iniziare dalla sua prevenzione) iniziando dalla corretta gestione delle vie aeree, il supporto ventilatorio, il trattamento dell’arresto cardiaco, delle bradi e delle tachiaritmie. Nella sezione n°8 di queste Linee guida si affrontano i temi forse più caldi della gestione del paziente in arresto cardiaco.
Le principali novità riguardano:
1 - La raccomandazione dell’uso estensivo della capnografia nell’IOT
2 - L’algoritmo universale dell’arresto è stato semplificato e ridesignato per enfatizzare l’importanza di un massaggio cardiaco (CPR) di alta qualità
3 - L’atropina è sostanzialmente “uscita” nel suo uso di routine nei casi di asistolia o attività elettrica senza polso (PEA)
4 - L’infusione di farmaci cronotropi sono maggiormente raccomandati come alternativa al pacing durante le bradicardie estreme o comunque sintomatiche
5 - L’adenosina è divenutoo un farmaco di sicuro utilizzo nel management iniziale delle tachiaritmie stabili sia a QRS stretto (se tachiaritmie regolari) sia largo (>0.12 sec, purchè monomorfiche e regolari).
Di seguito riportiamo l’algoritmo universale dell’ultimo ACLS. La lettura sarà certamente lunga… Ma davvero bella..

Scarica allegato in PPTX - Download

 
1. SANTE FERRARELLO
mi sembra più logico e efficace
inserito il: 25-05-2014 00:30
 
  • COMPARE-ACUTE Trial: Rispetto ai pazienti con STEMI in cui è stata trattata solo la culprit lesion, quelli sottoposti a trattamento FFR-guidato di tutte le arterie con lesioni hanno presentato il 65 % di eventi in meno a 12 mesi
    Fonte: ACC 2017 scientific session, Washington DC, USA. Queste sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori coordinati da Pieter Smits della Maasstad Ziekenhuis di Rotterdam, Olanda. II pazienti che presentano un grave infarto hanno spesso più di un arteria ostruita, ma le attuali linee guida in genere consigliano il trattamento della sola ostruzione responsabile dell’infarto. Pertanto i ricercatori hanno voluto eseguire studio clinico randomizzato (il primo di questo tipo) in cui i medici hanno usato la valutazione della riserva di flusso coronarico (FFR) per valutare con precisione le placche non causanti l’infarto. Rispetto ai pazienti in cui è stata trattata solo la lesione colpevole dell’infarto, i pazienti che sono stati sottoposti a valutazione...leggi la news
  • Post-hoc analysis PARADIGM-HF: nei diabetici con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta il sacubitril / valsartan migliora il controllo glicemico
    Fonte: ACC 2017 scientific session, Washington DC, USA. Queste sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori coordinati da Jelena P Seferovic del Brigham and Women’s Hospital, Harvard Medical School, Boston,USA. Il diabete è un fattore di rischio indipendente per la progressione dell'insufficienza cardiaca. Il sacubitril / valsartan, un inibitore della neprilisina e del recettore dell’angiotensina, migliora la morbilità e la mortalità nei pazienti con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta (HFrEF), rispetto all’ACE inibitore enalapril e migliora la sensibilità periferica all'insulina nei pazienti ipertesi obesi. Partendo da questi presupposti i ricercatori hanno voluto studiare l'effetto del sacubitril / valsartan rispetto a enalapril sulla HbA1c e il tempo in cui per la prima...leggi la news
  • ORION-1 trial: Inclisiran riduce significativamente i livelli di colesterolo LDL e di PCSK9 nei pazienti ad alto rischio cardiovascolare che hanno elevati livelli di colesterolo LDL
    Fonte: ACC 2017 scientific session, Washington DC, USA. Queste sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori coordinati da Kausik K. Ray e Ulf Landmesser dell’Imperial College di Londra. Partendo dal presupposto che in uno studio precedente, una singola iniezione di Inclisiran (farmaco a lunga durata d’azione che inibisce il PCSK9 interferendo con la sintesi del RNA messagero specifico), ha ridotto il colesterolo LDL per oltre 84 giorni in volontari sani, i ricercatori hanno condotto uno studio di fase 2, multicentrico, in doppio cieco, controllato con placebo, somministrando inclisiran mediante iniezione sottocutanea nei pazienti ad alto rischio di malattia cardiovascolare che avevano elevati livelli di colesterolo LDL. I pazienti sono stati assegnati in modo...leggi la news
  • Per pazienti con angina pectoris o infarto miocardico, un nuovo metodo di valutazione della stenosi coronarica IFR si è dimostrato equivalente al FFR provocando meno effetti collaterali ai pazienti
    Fonte: ACC 2017 scientific session, Washington DC, USA. Pur essendo uno strumento diagnostico consigliato per valutare la condizione delle arterie coronarie, l' FFR (riserva di flusso coronarico) in pratica è sottoutilizzato. Con l’FFR si valutano le stenosi delle arterie coronarie: mediante un catetere posizionato nell'arteria coronaria e misurando la perdita di pressione attraverso la stenosi. Per acquisire una misurazione accurata, al paziente deve essere somministrato un farmaco vasodilatatore durante la procedura. Questo farmaco è spesso causa di disagio per i pazienti provocando difficoltà a respirare o sensazione peso sul petto. Il farmaco aumenta anche il costo del procedimento e può avere altri effetti collaterali rari, ma gravi. Come FFR, IFR si basa su una misurazione...leggi la news
  • DECISION CTO Trial: La PCI non è necessaria in tutti i casi
    Fonte: ACC 2017 scientific session, Washington DC, USA. Nei pazienti con una occlusione completa dell’arteria coronarica che persiste nel tempo, il trattamento con i soli farmaci è risultato essere pari alla PCI, in termini di eventi avversi a più di tre anni. Nel complesso, circa il 20 per cento dei pazienti è morto o ha subito un infarto non fatale, un ictus o una successiva procedura di rivascolarizzazione (PCI o bypass) - end point primario composito dello studio. Tale percentuale non era significativamente differente nei pazienti assegnati in modo casuale ad essere trattati con PCI rispetto a quelli trattati solo con terapia farmacologica, che comprendeva l'aspirina, un beta-bloccante, un calcio-antagonista e una statina. I risultati...leggi la news

Primo Piano

Attendi...
loading
4-2016
ANTICOAGULANTI ORALI? MAI STATI COSÌ SICURI!
DiabeLink
AUTOMONITORAGGIO GLICEMICO E TERAPIA DEL DIABETE
Guida Sicura
Speciale
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk